La checklist di controllo SEO essenziale 2018

Un elenco di controllo fai-da-te delle migliori pratiche SEO per l’autocontrollo del tuo sito web. Utilizza questo elenco di controllo per contribuire a dare alla tua attività una presenza salutare sui motori di ricerca.


l'elenco di controllo dell'audit SEO

Nel mondo in continua evoluzione della SEO, è importante controllare regolarmente il tuo sito Web per assicurarsi che stia seguendo le migliori pratiche SEO e aderendo al Linee guida per i webmaster di Google. Ciò aumenterà la probabilità di mantenere una presenza sana nelle SERP (pagine dei risultati dei motori di ricerca) e quindi di aumentare il traffico organico per la tua attività.

FATTO RAPIDO: Ogni anno Google aggiorna il loro algoritmo diverse volte HUNDRED, molte con nomi come Penguin, Pigeon o Panda – ma ancora di più con piccole modifiche che non si divertono a suonare nomi di animali “P”. Tutti questi cambiamenti hanno effetto sul modo in cui le persone utilizzano erroneamente il sistema, su come la tecnologia si sta evolvendo e su come gli utenti conducono ricerche.

La nostra lista di controllo per classificare meglio nella ricerca nel 2018

Di seguito abbiamo delineato il quadro essenziale per eliminare le congetture dal prossimo audit. Lo abbiamo suddiviso in 5 categorie principali:

  • Sul posto
  • Off-site
  • Fattori locali
  • Ricerca
  • Giocare sulla difensiva

1. SEO sul posto

Ecco le ottimizzazioni per verificare la tua SEO in loco:

parole chiave:

  • Il tuo sito o pagina target parole chiave esatte in vari componenti? Meta, titoli e paragrafi del corpo
  • Stai usando le famiglie di parole chiave? Crea parole chiave in base alla relazione con le parole chiave target per l’indicizzazione semantica semantica (LSI).
  • Frasi di parole chiave conversazionali per la ricerca vocale? Con l’inizio della ricerca vocale, assicurati che le tue parole chiave siano focalizzate su frasi complete di cui parlano le persone.

Soddisfare:

  • Il contenuto è a varie lunghezze? Una buona strategia per i contenuti equilibra gli articoli di forma breve, media e lunga. Storicamente, i blogger hanno cercato universalmente gli articoli più brevi per pompare un flusso regolare di contenuti, ma col passare del tempo e il web è stato riempito troppo con articoli di 300 parole, gli articoli più lunghi stanno guadagnando più valore.
  • È il tuo contenuto in vari tipi? I contenuti non devono essere solo blog. Il contenuto audio e video è un contributo eccellente!
  • Prevedi di pubblicare regolarmente contenuti? Il contenuto deve essere pubblicato su base regolare. I contenuti frequenti seguiti da una distribuzione rara possono danneggiare le tue classifiche! Mantieni la regolarità, crea una banca dei contenuti e continua.
  • Stai rimuovendo attivamente i duplicati? Assicurati che sul tuo sito NON esistano contenuti duplicati. Ciò potrebbe non solo causare che i tuoi contenuti non vengano classificati e indicizzati per il lavoro che hai creato, ma potrebbe anche finire con il colpevole che ottiene il valore, se non lo segnalate.

SUGGERIMENTO VELOCE: L’aggregazione dei contenuti è una pratica popolare e merita. Per aggregare correttamente il contenuto, la regola generale è che devi fornire qualcosa di valore diverso dal pezzo originale, che potrebbe includere un riepilogo del contenuto, incluso un feedback originale in risposta al contenuto e così via.

Tecnico:

  • Hai incluso una Sitemap e Robots.txt?
  • Hai utilizzato una struttura URL appropriata? Struttura il tuo URL in modo che i singoli URL parlino del SEO sul tuo sito.
  • Il tuo sito utilizza gli Strumenti per i Webmaster di Google e Bing? Verifica su Google Search Console e Strumenti per i Webmaster di Bing (può prendere in considerazione altri motori di ricerca per altri target internazionali).

Meta:

  • Sono i tag del titolo impostati in modo appropriato? I titoli dovrebbero avere una descrizione incentrata sulle parole chiave seguita dal tuo marchio. 50 a 60 caratteri.
  • Hai incluso un tag di descrizione convincente? La lunghezza media dei frammenti è aumentata da 160 a 230 caratteri nel 2017.
  • Lo schema della tua pagina è impostato e in linea con la tua attività? Abilita lo schema appropriato sul tuo sito in modo che corrisponda alla tua attività e ai tuoi contenuti. Schema.org ha un elenco completo di markup che Google, Yahoo, Bing e altri motori di ricerca hanno concordato!

Prestazione:

  • Stai monitorando la velocità della tua pagina? La velocità della pagina è sempre più necessaria per una buona posizione SERP. Dipende da Google non voler inviare persone a siti Web che avranno un’esperienza utente scadente e il tempo di caricamento è il tuo primo sguardo a qualsiasi sito Web.
  • Come è la velocità di caricamento del tuo sito web? Considerare la velocità di caricamento in due parti: tempo di caricamento utente / browser e Page Speed ​​Insights. Questi non sono sempre correlati esattamente. Potresti avere un posizionamento a bassa velocità della pagina ma caricare comunque un sito Web in un secondo. Puoi ottimizzare il backend del tuo sito il più possibile, ma se stai servendo un gran numero di visitatori con un account di hosting condiviso, potresti prendere in considerazione l’aggiornamento a un sistema di hosting basato su VPS o Cloud per un caricamento più veloce della pagina.
  • Come è il tempo di caricamento mobile del tuo sito? Con più di 6 ricerche su 10 eseguite da un dispositivo mobile, i tempi di caricamento mobile sono sempre più importanti. Con la maggior parte di queste ricerche condotte su una proprietà Alphabet, è meglio credere che sia importante per Google. Nota: Accelera le pagine mobili (AMP) è un movimento a cui Google sta spingendo, beh … un ritmo accelerato. L’obiettivo di questa iniziativa è tempi di caricamento più rapidi sui siti Web per dispositivi mobili e richiede un markup di pagina specifico che elimini elementi pesanti e non fondamentali del contenuto.
  • Hai messo in atto misure di sicurezza? Google vuole più sicurezza e sta premiando i webmaster per questo. Un certificato SSL è un must per la maggior parte dei siti Web oggi.

Metriche generate dall’utente (UGM):

  • Promuovi i click-through SERP? È qui che entrano in gioco un meta titolo e una descrizione avvincenti.
  • Stai incoraggiando sul posto impegni?
    • Frequenza di rimbalzo – Evita “Pogo Sticking” o alte frequenze di rimbalzo su query organiche in quanto segnala che i tuoi contenuti non sono pertinenti o di qualità abbastanza elevata da coinvolgere.
    • Tempo sul sito – Ancora una volta, un tempo più lungo sul sito mostra contenuti pertinenti. Mantenere le persone sul tuo sito più a lungo può aumentare le classifiche di ricerca.
    • Visualizzazioni pagina – Maggiore è il numero di visualizzazioni di pagina che il tuo sito può generare, ancora una volta, maggiore è la qualità del contenuto che appare a Google e posiziona il tuo sito rispettivamente nelle SERP.
  • Stai permettendo il contenuto generato dall’utente (UGC)? Questo è un oggetto prezioso da cui la maggior parte dei siti Web di contenuti evita ma fornisce contenuti e interazioni eccezionali. Questo moltiplica i tuoi sforzi e fornisce ulteriori motivi per scansionare e indicizzare il tuo sito. Devi assicurarti che il contenuto di spam non arrivi sul tuo sito. Blocca in modo proattivo gli spammer e pattuglia regolarmente il tuo sito per rimuovere quelli eventualmente presenti.

SUGGERIMENTO VELOCE: Le risposte di Facebook sul tuo sito sono fantastiche, ma la proprietà dei contenuti è fornita a Facebook, non al tuo sito web. La sezione dei commenti funge solo da finestra in cui esiste il contenuto effettivo su Facebook. Le migliori pratiche includono l’inserimento dei commenti direttamente sul tuo sito Web.

2. SEO fuori sede

Ecco le ottimizzazioni per verificare la tua SEO fuori sede:

Profilo del collegamento posteriore:

  • Stai cercando attivamente buoni backlink? Aumenta la quantità di backlink di qualità che indirizzano gli utenti e i motori di ricerca al tuo sito! I siti Web che mantengono un’alta autorità di dominio forniscono ottimi backlink.
  • Stai rinnegando i backlink di spam? Rimuovere i collegamenti provenienti da siti con un punteggio di sito scadente.

Reputazione:

  • Incoraggiate feedback online positivi per la vostra azienda / recensioni di marchi? Incoraggia i clienti a raccontare la loro storia positiva sul Web, tra cui la tua Pagina Facebook, Google My Business (per attività commerciali locali e marchi), ecc..
  • Puoi aumentare le recensioni dei prodotti? permettere Valutazione dei venditori di Google sul tuo sito per raccogliere e mostrare recensioni tramite i Servizi commerciali di Google.

Traffico:

  • Hai collegamenti Nofollow su siti con traffico elevato? Anche i siti Web con collegamenti nofollow (ad esempio articoli di Wikipedia.org) forniscono traffico. Questi collegamenti non influiscono direttamente sulla SEO, ma indirettamente incoraggiando un numero maggiore di visitatori del tuo sito e la possibilità che i contenuti di Wikipedia vengano inseriti nella tua SERP.
  • Stai ricevendo traffico di ricerca di qualità? Invia traffico a pagamento al tuo sito per attirare le persone e interagire con esso.
  • Hai costruito un seguito sociale? La creazione di un follow social ti consente di raggiungere un “pubblico acquisito” quando sono disponibili nuovi contenuti.
  • Stai creando un elenco di email? Un pubblico catturato tramite e-mail funziona come un pubblico sociale!

3. Fattori locali (solo per aziende locali)

Ecco le ottimizzazioni per verificare i tuoi sforzi SEO locali:

Elenchi locali:

  • È la tua pagina Google My Business (GMB) Impostazione? Crea e costruisci completamente il tuo Pagina di Google My Business. Assicurati che le informazioni siano corrette e collegate al tuo sito

SUGGERIMENTO VELOCE: Le aziende con più sedi dovrebbero avere una pagina GMB e una pagina di destinazione per ciascuna rispettiva posizione: collegare ciascuna pagina di destinazione alla rispettiva pagina GMB.

  • Sono le directory online aggiuntive impostate e accurate? Assicurati che le directory online rispettabili rimandino al tuo sito e rappresentino accuratamente le informazioni sulla tua attività commerciale locale.
  • Stai ricevendo recensioni locali? Promuovi le recensioni su queste directory locali, ove applicabile, e incoraggia la scrittura localizzata (ovvero 5 stelle – Greatest Pizza in Pittsburgh’s Downtown). Rispondi attivamente alle recensioni sia positive che negative. Questa non è necessariamente una best practice SEO, ma è una best practice di business online.

4. Ricerca

Molto tempo fa, in una galassia non molto lontana – c’era una volta un ragazzo che diceva qualcosa del genere:

Se conosci il nemico e conosci te stesso, non devi temere il risultato di cento battaglie. Se conosci te stesso ma non il nemico, per ogni vittoria ottenuta subirai anche una sconfitta. Se non conosci né il nemico né te stesso, soccomberai in ogni battaglia.

– SUN TZO

Aggiungerò un terzo livello a questo e saprà ciò che ti circonda, o in altre parole i tuoi clienti. Il motivo per cui è così importante, è che SEO è un marketing in entrata funzione e che è altrettanto buono quello che sta succedendo nel settore. Potresti avere le migliori classifiche per una parola chiave che nessuno cerca e quali vantaggi offre alla tua azienda? Invece, devi essere consapevole di ciò che le persone stanno cercando e dove puoi attirare meglio il traffico o i clienti.

Ricerca del cliente:

  • Stai utilizzando lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google? Utilizza i pianificatori di parole chiave per trovare la quantità di traffico che le parole chiave possono attirare ogni mese, se la classifica è buona. Google Keyword Planner offre informazioni sulla ricerca a pagamento, che possono essere interpretate per la ricerca organica. Pianificatore di parole chiave SEMrush è un’altra grande risorsa!
  • Hai impostato Google Trends per determinare i punti AF? Usa questo per rimanere aggiornato sulle tendenze in atto nella Ricerca Google.

Ricerca competitiva:

  • Hai effettuato audit dei concorrenti? Cerca nei siti dei tuoi concorrenti e scopri su quali parole chiave si stanno concentrando. Strumenti online come Ahrefs e SEMRush aiutano a capire come stai andando insieme ai tuoi concorrenti.
  • Hai utilizzato gli avvisi di Google per i nomi dei concorrenti? Scopri cosa stanno facendo i tuoi concorrenti Google Alerts.

Analisi interna:

  • Hai abilitato Google Analytics & Search Console? Scopri quali parole chiave generano di più e dove hai più spazio per crescere. Analizza sia le pagine che le parole chiave, quindi combina i risultati per iniziare a guadagnare più traffico per ogni pagina e includere più parole chiave che generano più traffico.
  • Hai utilizzato gli avvisi di Google per la tua azienda? Sii informato su ciò che viene detto sulla tua azienda sul Web. Questo è spesso il primo informatore sui backlink che sale sul web.
  • Hai usato questi strumenti aggiuntivi?
    • SEMRush: ottieni una comprensione generale della SEO del tuo sito da contenuti tecnici a contenuti.
    • MozLocal Directory Checker – Guarda quanto sono aggiornate le tue directory locali.
    • Monitora i backlink: scopri dove stai ottenendo i backlink e quali sono preziosi e quali devono essere rimossi

5. Giocare a difesa

Questa è un’area troppo spesso trascurata del SEO. Ciò che la maggior parte delle persone non capisce sono i loschi affari sul web. Ci sono numerosi tentativi SEO negativi che i concorrenti cercheranno di fare sul tuo sito Web e devi esserne consapevole per poter giocare a difesa.

Il lato oscuro della rete è un luogo spaventoso, ma se i webmaster rimangono vigili possono superare la maggior parte di questi problemi.

  • Hai rimosso i collegamenti spam? Questa è parte integrante di una strategia di backlink di successo, ma portata ad un altro livello. Questo è specifico per la consapevolezza dei collegamenti spam a un livello completamente diverso. Tieniti aggiornato Attacchi SEO negativi e rispondi con Non accetta.
  • Hai rimosso i commenti spam? Probabilmente hai già ricevuto un sacco di commenti indesiderati su “Cheap Nikes”, “Vinci un ipad gratuito” o forse anche qualcosa di più volgare. Questi messaggi sono pieni di link spam e non dovrebbero mai essere pubblicati. Segna come spam ed eliminali!
  • Hai rimosso il contenuto copiato? Non permettere agli altri di cavarsela usando i tuoi contenuti! Ciò che è peggio di loro che beneficiano del tuo duro lavoro è il credito originale associato a loro e il tuo sito viene contrassegnato per contenuti duplicati! Quando lo trovi, inviare colpevoli di contenuti duplicati a Google! L’utilizzo di snippet a frase intera dal tuo blog e la loro ricerca su Google è un ottimo modo per determinare se qualcuno sta usando i tuoi contenuti – allo stesso modo, puoi utilizzare abbonamenti come Copyscape per rilevare automaticamente questi.
  • Lotta contro tutto ciò che è dannoso – Questo è il 2018 e la sicurezza del sito è enorme. Ci sono molti oggetti dannosi che fluttuano là fuori, ma Google vuole proteggere i propri utenti (i ricercatori).

SUGGERIMENTO VELOCE: Se stai usando WordPress, Scurui è un ottimo servizio per aiutarti a proteggere il tuo sito web.

Apprendimento continuo

In base al numero medio di volte in cui Google aggiorna il suo algoritmo di ricerca ogni anno, quest’anno siamo in negozio da qualche parte nel campo da golf di 300 ulteriori modifiche. Quindi, assicurati di rimanere attivamente aggiornato sulle migliori pratiche SEO. Usa la checklist sopra come base, ma sentiti libero di aggiungerla se necessario.

Goditi il ​​2018 a tutti!

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map